Visitare Barcellona, 7 cose da vedere

7 cose di Barcellona assolutamtne da vedere

Vista di Barcellona
Vista di Barcellona

Barcellona è una città unica, sempre in fermento, giovane, attiva trasgressiva una metropoli in continuo cambiamento; la seconda città della Spagna è anche il capoluogo della Catalogna.

Barcellona è in continuo cambiamento come la Sagrada Familia, l’opera più importante di Gaudì, ancora incompiuta e in perenne attesa che un altro architetto geniale arrivi a completarla, Barcellona ha un’anima sempre in movimento, non del tutto finita, sempre in cerca di qualcosa di nuovo.

Situata a 250 chilometri dal confine francese, Barcellona, si affaccia sul mare Mediterraneo ed é comodamente raggiungibile in auto anche dall’Italia.
Con quasi 1.800.000 abitanti é la seconda città della Spagna per grandezza, ma non ha affatto l’aspetto austero delle grandi metropoli, forse perché il mare mitiga di molto questo carattere. Dominata a Sud dalla collina del “Montjuich” e limitata nella parte interna dai rilievi costieri che culminano nel “Tibidabo”, la città, così protetta, ha un clima mite anche d’inverno.

Visitare a Barcellona, ecco cosa vedere

Partiamo dal fatto che a Barcellona di cose da visitare e da fare ce ne sono moltissime, questo infatti è uno dei tanti articoli dedicati alla Guida su Barcellona.
Abbiamo voluto elencare qui alcune cose che devi assolutamente vedere se vai a Barcellona, poi ti potrai organizzare all’interno di un week-end come meglio desideri o durante la tua meritata vacanza a Barcellona, ma queste sono le cose da visitare a Barcellona che non ti puoi proprio perdere, soprattutto se è la prima volta che ci vai!

1 – L’affascinante Barri Gotic

Tra le cose da visitare a Barcellona non può mancare Il Barri Gòtic, (il quartiere gotico) chiamato così per la presenza di svariati monumenti gotici e meravigliosamente conservati come nel Medioevo, é l’affascinante quartiere medievale di Barcellona ed é delimitato dalle Ramblas, le piú famose e vivaci strade della Spagna. Uno dei piaceri migliori é sicuramente quello di girovagare nelle stradine di questo quartiere scoprendo i locali tipici e i suoi monumenti.

Leggi anche Cosa Vedere nel Barrio Gotio

Barri Gotic
Barri Gotic – Foto: Vargas Flickr

2 – Le Ramblas, le vie che non dormono mai

Più che da vedere è da fare: è la famosa Rambla, il viale di Barcellona, che inizia sostanzialmente da Piazza di Catalunya e finisce ai piedi della statua di Cristoforo Colombo.
In questo grande viale si riunisce per molti l’anima della città, oltre ad essere il posto perfetto per dedicarsi  al rituale spagnolo della passeggiata (paseo) ammirando dai più variegati artisti di strada come statue viventi, mimi, intrattenitori, musicisti, ai negozi e ristoranti. Con una media di 200 mila visitatori al giorno, le Ramblas sono in continuo movimento, non esiste riposo, mattino, pomeriggio, notte.. il flusso della gente scorre continuamente ad ogni ora.

Leggi altre curiosità sulla Rambla di Barcellona

Ramblas – Foto: D. Boudreau Flickr

Il viaggio nella Barcellona dei sensi non può che iniziare da qui, da questo piccolo museo che si trova sulla Rambla al numero 96: è il Museo dell’Erotismo (Museo de la Erótica de Barcelona). Primo Museo al mondo ad aver dedicato uno spazio a questo tema, il Museo analizza la storia dell’Erotismo, seguendone l’evoluzione nella storia, nelle scienze e nell’arte.

Museo dell'Erotismo
Museo dell’Erotismo – Foto: B. Yuen Thompson Flickr

C’è davvero di che stupirsi e divertirsi: circa 800 pezzi, alcuni di alto valore storico, che illustrano come le diverse culture della terra hanno inteso e intendono il concetto di erotismo. Grazie alla sua posizione centrare è un’attrazione per moltissimi turisti che ogni giorno entrano a visitarlo, è possibile visitarlo per contro proprio o grazie alle visite guidate che si possono acquistare con il biglietto.

3 – La Boqueria, il più grande mercato di Spagna

Se si va a Barcellona è d’obbligo vedere La Boqueria, il mercato più famoso dell’intera Spagna e il più grande della Catalunya! Aperto dal 1840, il famoso mercato si trova a La Rambla, 91 conta più di 300 bancarelle sparse in circa 2.600 metri quadrati.
La Boqueria oggi non è solo un grandissimo mercato dove trovare moltissimi prodotti ma anche una vera e propria attrazione turistica. Sicuramente un’esperienza da fare se ami passeggiare tra bancarelle e profumi di ogni genere mangiando qualche prodotto tipico.

Insomma, tappa obbligata di chi passa per Barcellona,  luogo molto pittoresco dove si degustano pietanze e assaggini di tutti i tipi dalla carne al pesce sempre freschissimi, ai piatti orientali o vegani senza scordarsi della frutta o dei dolci che fanno bella mostra di sé nelle varie bancarelle. Un posto sempre affollato ma unico!

La Boquería
La Boquería – Foto: Santi Flickr

L’orario di apertura va dalle 8 alle 20.30 ma è meglio andare al mattino o al massimo nel primissimo pomeriggio.

4 – L’impressionante Sagrada Familia

Con più di 3 milioni di visitatori ogni anno, assolutamente da vedere a Barcellona è la Sagrada Familia con i suoi 170 m. di altezza è uno dei monumenti più conosciuti e visitati della Spagna, un’ imponente  basilica cattolica ancora in costruzione, capolavoro dell’architetto Antoni Gaudí dove esprime tutta la sua arte nella realizzazione di questa meravigliosa opera. Guarda nel video è davvero impressionante!

Nonostante  Gaudì gli abbia dedicato interamente gli ultimi 15 anni della sua vita, non riuscì a finirla ed è tutt’oggi “in lavorazione” dovrebbe essere completata nel 2030 anno più anno meno. Nel frattempo sono diventi un’attrazione turistica, anche i “lavori in corso”, tutti a faccia in su a guardare i vari scultori e manovali che scolpiscono grossi blocchi di pietra, in piedi su ponteggi e impalcature. Per i biglietti puoi andare qui nel sito ufficiale

5 – L’Eixample e il modernismo

Durante ill ventesimo secolo, Barcellona ha sperimentato un boom economico e culturale. Alcuni architetti catalani come Antoni Gaudí e Josep Puig i Caldafach crearono la cosidetta Art Nouveau con capolavori come, il Palau de la Música Catalana, Parc Güell, La Pedrera, La Sagrada Familia. L’Eixample divenne il luogo di origine di quella corrente architettonica tutta catalana chiamata Modernismo, questo stile davvero particolare é presente in tutta la zona dell’ Eixample e possiamo apprezzare opere più famose del modernismo nella zona dell’Eixample detta il Quadrat d’or.

L'Eixample
L’Eixample – Foto: B. Devant Flickr

6 – La Barceloneta e Port Vell, la Napoli di Barcellona

Chiamato anche la Napoli di Barcellona per il groviglio di stradine che presenta, il Port Vell di Barcellona (il porto vecchio) é stato rinnovato per ospitare un complesso commerciale detto IMAX con un teatro e un acquario. Da qui si puó camminare lungo la costa per raggiungere la spiaggia piú vivace della cittá, La Barceloneta, dove i bar sulla spiaggia abbondano ( i cosidetti “chiringuitos”).

Monumento di Colombo
Monumento di Colombo – Foto: A. Di Vico Flickr

Port Vell inizia con la fine della Rambla, proprio ai piedi del Monumento di Colombo, da luogo dei mercati del pesce è diventato uno dei centri del divertimento di Barcellona.

7  – Il Museo Picasso

Più che da vedere sono da ammirare le opere della più vaste collezione di dipinti e opere d’arte di Pablo Picasso, ospitata in 5 palazzi storici di Barcellona, in Spagna. Costituito da 4200 e più opere, il museo venne fondato nel 1963 grazie alla cospicua donazione di Jaume Sabartés y Gaul, amico fraterno di Picasso e collezionista dei suoi lavori.
Vale la pena di farci una visita, ma non aspettarti di trovare qui le grandi opere di Picasso, qui troverai il percorso storico dell’artista partendo dalle opere di quando era ancora ragazzo, passando per i vari periodi della sua vita fino alla morte.
Conviene prendere la guida audio per una migliore visita. L’indirizzo del Museo Picasso è Montcada 15/19, Ciutat Vella, e la domenica dopo le 15 si entra gratis!

Assaporare la gastronomia e la cultura di Barcellona

Visitare Barcellona significa anche immergersi nell’atmosfera della città Catalana, annusando, respirando e mangiando ciò che questa cultura ha da offrire. Barcellona é la capitale della gastronomia spagnola con deliziosi piatti tipici e una vasta offerta di cucina internazionale (guarda dove e cosa mangiare a Barcellona). Inoltre gli esperti hanno nominato il barcellonese Ferran Adria come il miglior chef del mondo per la sua cucina sperimentale e creativa, è definito il padre della cucina molecolare.

Questo é solo un indizio della buona fama di cui gode Barcellona, anche dal punto di vista artistico/culturale visto che offre numerosi eventi e manifestazioni ogni mese. Alcuni degli eventi più importanti li riportiamo qui sotto:

  • Febbraio-Marzo: Carnevale
    Le sfilate di carnevale a Barcellona sono una delle piú impressionanti della Spagna. La zona migliore per apprezzare il folclore locale é, sicuramente, la spiaggia di Sitges, dove la comunitá gay é protagonista di sfilate incredibili e colorate fino all’alba.
  • Giugno: Sant Joan
    Gli abitanti di Barcelonna accolgono l’estate con faló sparsi per le spaigge lungo la costa: questa notte é chiamata “La Nit de Foc,” ossia la notte del fuoco. Si ricorda il giorno di San Giovanni Battista ma é un’ottima scusa per organizzare delle feste davvero divertenti!
  • Agosto: Fest Major de Gràcia
    Lo storico e boemo quartiere di Gràcia é lo scenario del festival de Barri con sfilate, fuochi d’artificio, concerti dal vivo e esposizione d’artigianato.
  • Settembre: La Mercé
    La piú importante festa dell’anno é La Mercé che celebra la patrona della cittá con 4 giorni di concerti e manifestazioni all’aperto! Partecipano artisti di strada, giocolieri e acrobati e vengono allestiti stand gastronomici per tutti i gusti.

3 consigli utili per visitare Barcellona

Come detto all’inizio dell’articolo le cose da vedere a Barcellona sono moltissime, qui abbiamo deciso di raccontarne solo alcune, però se vuoi scoprire altre cose di Barcellona ti consigliamo di scaricare la nostra guida gratuita in pdf dentro trovi anche la mappa della metropolitana comoda da consultare su tablet, smartphone o da stampare.

Scegli un hotel nel centro di Barcellona, il motivo è semplice in quanto oltre ad immergerti totalmente nell’atmosfera della città Catalana e respirare il vero profumo di Barcellona, hai la comodità di avere tutto a portata “di piede” e quindi di visitare più cose possibili senza perdere troppo tempo con gli spostamenti se vuoi qui abbiamo selezionato gli Hotel a Barcellona Centro più scelti dagli italiani giusto per non sbagliare! Saranno sicuramente anche di tuo gradimento.

Sicuramente avrai uno smartphone o tablet, allora perché non sfruttarli per migliorare l’esperienza durante la visita di Barcellona!? Da scaricare subito è la: Barcellona Guida Ufficiale potrai trovare moltissime info utili sui luoghi da vedere, mappe, informazioni pratiche e moltissime altri dettagli su Barcellona. (Android, IOS)

Ti lasciamo questo dettagliato video, della durata di una decina di minuti, che riassume quello che c’è da vedere a Barcellona è in lingua spagnola ma sono presenti i sottotitoli in italiano … non perdertelo!

Piaciuto l’articolo? Faccelo sapere nei commenti sotto!